Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
14 agosto 2014 4 14 /08 /agosto /2014 07:59

Crimini di guerra. Quello che tutti dovrebbero sapere è un libro curato da Roy Gutman e da David Rieff, pubblicato nel 1999. Il libro tratta dei crimini di guerra un argomento che rimane purtroppo di stretta attualità in un periodo come quello del secondo millennio dove si assiste ad una accellerazione dei conflitti che sfociano in vere e proprie guerre dove si fronteggiano non solo eserciti nel senso tradizionale del termine ma anche milizie armate che costituisono un vero e proprio stato nello stato. Gli autori esaminano sotto il profilo storico come il diritto internazionale si sia evoluto a partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale quando con il processo di Norimberga i vincitori chiamarono gli sconfitti a rispondere dell'accusa di crimini di guerra. La linea di demarcazione del modo di concepire la guerra tra il passato e il presente è stato proprio il processo di Norimberga a partire dal quale emerse l'esigenza di dare delle regole di comportamento che evitassero stragi di civili e deportazioni di massa, purtroppo coloro i quali giudicarono a loro volta si macchiarono di crimini di guerra che vennero giustificati come il male minore rispetto al male assoluto rappresentato dall'ideologia nazionalsocialista. L'esigenza di avere un diritto internazionale condiviso da tutti gli stati rimane solo una pia intenzione, di fatto dal 1945 in poi sono stati migliaia i casi accertati di crimini contro l'umanità nei confronti dei quali la comunità internazionale rimane del tutto impotente, Se riflettiamo su concetti come "Pulizia etnica", "Armi di distruzione di massa", "Genocidio" rimaniamo disorientati davanti all'asimmetrico trattamento riservato agli attori di tragedie che non possono assolutamente giustificate ricorrendo a concetti come il diritto di difesa o di diritto di guerra. Quando poi la risposta per presunti o reali atti di ostilità armata nei confronti di ostilità diventa sproporzionata coinvolgendo la popolazione civile, l'esigenza di avere un Tribunale Internazionale credibile segnerebbe definitivamente il superamento della logica di Norimberga e del giustificazionismo ad oltranza riservato ad alcuni stati che continuano a violare qualsiasi norma del diritto internazionale. Di diritto internazionale parlano tutti a proposito e a sproposito, dimostrazione che quello che contano sono i rapporti di forza tra gli Stati, sembra che ciò che conta è la parola "differenziare" pur di non affrontare questioni intricatissime e allora il modo migliore per contrastare l'ipocrisia diffusa è quella di documentare, denunciare fatti ed eventi in modo che sia l'opinione pubblica mondiale a giudicare e a condannare i responsabili dei crimini contro l'umanità. Questo è quanto suggeriscono gli autori, questa è l'unica strada percorribile soprattutto quando il nebuloso sogno di un Tribunale Internazionale penale continua a rimanere una chimera.

.

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link