Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 dicembre 2016 5 30 /12 /dicembre /2016 18:17
Raffaele Corso Etnografo

 

Spesso i protagonisti di un'epoca vengono dimenticati, questa sorte è toccata a Raffaele Corso uno dei più importanti studiosi di etnografia e di folklore che diede un forte impulso  allo studio delle tradizioni popolari e dell'etnografia. Le sue opere rimangono comunque una ricca miniera di informazioni che andrebbe riscoperta e valorizzata non solo nell'ambito ristretto degli studiosi delle discipline demologiche.

 

 

 

Vi sono studiosi che hanno rappresentato nella storia delle idee degli importanti punti di riferimento e, per quanto riguarda le discipline etnografiche e folkloriche, una delle figure più rappresentative è stata senza dubbio quella di Raffaele Corso. Lo studioso calabrese è stato uno dei pionieri delle discipline demologiche in Italia ed ebbe rapporti culturali con i più importanti studiosi del suo tempo. Grazie alla sua formazione giuridica si prodigò, poi, in un'intensa attività di ricerca nel campo dei canti, dei proverbi e degli indovinelli continuando l'opera del suo maestro Giuseppe Pitrè e di Angelo De Gubernatis.  Il mondo accademico del periodo tra le due guerre ne riconobbe il valore intellettuale, ebbe infatti il prestigioso incarico di curare alcune voci dell'Enciclopedia Treccani ma dopo il periodo post bellico la sua figura ha subito una sorta di damnatio memoriae più per questioni di natura ideologica che per ragioni di carattere metodologico o disciplinare.

Su questo indiscusso protagonista si segnala un'interessante monografia intitolata Raffaele Corso Etnografo scritta da Paolo Aramu , l'opera pubblicata in formato Kindle è distribuita da Amazon Media. Il saggio monografico ripercorre l'attività dello studioso calabrese tra le due guerre prendendo in considerazione una corposa produzione che si dispiega in un arco di tempo che copre circa un cinquantennio e che si è  contraddistinta per il carattere innovativo ed originale di molte ipotesi interpretative che hanno avuto implicazioni sul piano teorico nell'ambito delle discipline etno-antropologiche. 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  •  Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Articoli Recenti

  • Raffaele Corso Etnografo
    Spesso i protagonisti di un'epoca vengono dimenticati, questa sorte è toccata a Raffaele Corso uno dei più importanti studiosi di etnografia e di folklore che diede un forte impulso allo studio delle tradizioni popolari e dell'etnografia. Le sue opere...
  • Via Crucis - Gianluigi Nuzzi
    Via Crucis di Gianluigi Nuzzi al di là del successo editoriale che lo ha contraddistinto sin dalla prima edizione, è un documento di straordinaria importanza che permette di conoscere alcuni aspetti dell'apparato statale vaticano. Chi non ha letto il...
  • La Discordia (Ludovico Ariosto)
    La conobbe al vestir del color cento, Fatto a liste ineguali ed infinite, Ch'or la coprono, or no: che i passi e 'l vento Le giano aprendo, ch'erano sdrucite. I crini avea, qual oro e qual argento, E neri e bigi, e aver pareano lite: Altri in treccia,...
  • La Frode (Ludovico Ariosto)
    Avea piacevol viso, abito onesto Un umil volger d'occhi, un andar grave; Un parlar sì benigno e sì modesto, Che parea che Gabriel dicesse: Ave. Era brutta e deforme in tutto il resto; Ma nascondea queste fattezze prave Con lungo abito e largo; e sotto...
  • Le funzioni dei vescovi dopo la svolta costantiniana
    La svolta costantiniana diede un forte impulso allo sviluppo dell'arte cristiana, e con la libertà di culto e con le sovvenzioni governative che pare vi siano state per precise disposizioni della corte imperiale, sorgono importanti siti cristiani: a Roma...
  • Civilizzazione della legge romana a seguito dell'influenza del Cristianesimo
    Anche chi considera il paganesimo come causa dell'evoluzione della legge romana, deve ammettere che il Cristianesimo ebbe un ruolo fondamentale nella civilizzazione del diritto romano. Questo processo si può riassumere in due aspetti rilevanti: Il maggior...
  • La politica dell'imperatore Costantino
    Se dal punto di vista religioso è difficile dire di più (vedi http://condividendoidee.over-blog.it/2015/04/la-conversione-religiosa-di-costantino.html), per quanto riguarda l'aspetto politico del personaggio, diciamo che la personalità dell'imperatore...
  • La "conversione religiosa" di Costantino
    Costantino nasce intorno al 280 da Costanzo Cloro che era un generale di Diocleziano e da Elena, regge l'Impero d'Occidente dal 311 al 325 e tutto l'Impero intero dal 325 al 337 anno della sua morte. Colui che è stato definito il primo imperatore cristiano...
  • La svolta costantiniana nel giudizio degli storici
    Possiamo definire la remissione del Cristianesimo come svolta costantiniana riguardo alla fede e alla professione cristiana, a tale riguardo vi sono i giudizi degli storici contemporanei e di quelli antichi. Uno degli storici antichi che ne parla è San...
  • L'introduzione del Cristianesimo nel Piceno
    Nell'antichità la diffusione di un annuncio era favorita dalle vie di comunicazione e così è stato per il Piceno. Si è molto discusso da dove potesse essere venuto nel Piceno il Cristianesimo, qualcuno ha ipotizzato da Ancona dove c'era un porto molto...

Link