Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
10 gennaio 2013 4 10 /01 /gennaio /2013 18:25

contatore gratuito

 

5694174785_3b005f5baa.jpg

(album di Bianca Moraes)


La lettura di una poesia sia una delle esperienze più belle per gli animi sensibili e a differenza di quanto avviene per la lettura di un libro, la poesia si legge e si può rileggere innumerevoli volte; inoltre, a seconda del nostro stato d'animo, i versi di una poesia sono in grado di rivelarci sempre nuovi segreti, segreti nascosti che ci aiutano talvolta ad evadere ma tante altre volte a schiacciarci in quel indefinito e impalpabile mondo costituito dai sentimenti. 

Molti conoscono Pablo Neruda solo di nome, altri leggono e apprezzano le sue poesie, altri ancora hanno sentito parlare per la prima volta del poeta cileno attraverso quel capolavoro cinematografico che è "Il postino" del compianto Massimo Troisi; un sentimento può essere celebrato in tanti modi, credo che l'amore, tra i sentimenti dell'uomo, sia quello più celebrato, cantato e raffigurato, ricordate il famoso sonetto di Dante "Tanto gentile e onesta pare" o la più famosa storia di tutti i tempi, "Romeo e Giulietta"? 
Su questo argomento si potrebbero scrivere infinite pagine, ci limitiamo a dire in questo contesto che preferiamo l'amore cantato nell'età moderna, trovandolo molto più vicino alla nostra sensibilità e tra i cantori moderni dell'amore un posto speciale spetta a Pablo Neruda. 



CENTO SONETTI D'AMORE....CENTO PERLE D'AMORE..... 

Pablo Neruda dedicò cento sonetti alla moglie Matilde Urrutia, le poesie le trovo bellissime eppur sembrando sospese in un mondo atemporale nascono nell'ambito dell'esperienza matrimoniale esattamente come accadde a Montale, altro grande cantore dell'amore coniugale; per il poeta cileno la sua donna è la donna in assoluto e se con tenerezza scrive "È bello amore sentirti vicino a me nella notte" identifica il "suo" femminino con il sole, la luna, la notte, il pane, la creta, la rosa, la colomba, la sua donna diventa tutte le donne. 
All'interno della poesia di Neruda si avverte in ogni parola, in ogni poesia il richiamo potente agli elementi cosmici e naturali senza che mai si scada nel tono fiero e solenne dei poeti romantici; la totale identificazione tra i due amanti che vivono all'unisono ogni istante della loro esistenza è talmente bella ed affascinante che regge a qualsiasi invecchiamento. Ma non si può parlare di una poesia senza avere almeno un'idea del contenuto e tal proposito vale la pena citare il seguente sonetto, uno dei più belli della raccolta, 


Due amanti felici fanno un solo pane 

una sola goccia di luna nell'erba, 

lascian camminando due ombre che s'uniscono, 

lasciano un solo sole vuoto in un letto.

 

Di tutte le verità scelsero il giorno:

non s'unirono con fili, ma con un aroma,

e non spezzarono la pace né le parole.

È la felicità una torre trasparente.

 

L'aria, il vino vanno coi due amanti,

gli regala la notte i suoi petali felici,

hanno diritto a tutti i garofani.

 

Due amanti felici non han fine né morte,

nascono e muioiono più volte vivendo,

hanno l'etrnità della natura. 

L'acuta sensibilità di Neruda ci consegna versi semplici ma intensi, una spiritualità che si incontra con l'erotismo, due componenti essenziali in ogni rapporto d'amore. 
Spesso il male di vivere è dovuto ad una sovrabbondanza di sentimenti e un animo sensibile sa coglie la precarietà della bellezza e questo gli provoca sofferenza, si avverte in molti sonetti di Neruda la malinconia dovuta al trascorrere del tempo che tocca entrambi, eppure nella caducità della vita è possibile sempre cogliere la bellezza, persino in ruga della propria amata. 
Il letto coniugale è il luogo ideale per il riposo e il diletto del corpo, già Omero cantò versi bellissimi sul talamo nuziale nel quale Odisseo, ritornato ad Itaca, amò Penelope dopo vent'anni di peregrinare nel mondo, egli (Odisseo) ritrovò una donna invecchiata ma ancora bellissima e in quel letto si rinnovò ciò che vissero con passione durante la gioventù. 

4079103700_2c38eb58e2.jpg

Fonte immagine: http://www.flickr.com/photos/76257202@N00/4079103700 

 

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Poesia

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link