Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
14 agosto 2012 2 14 /08 /agosto /2012 05:38

article marketing seo

Edipo re è un'opera che dovrebbe essere letta da tutti, è una tragedia classica ma è la base di tutta la drammaturgia moderna. Il nostro approccio con Sofocle non è stato indolore in quanto diversi "estratti" li abbiamo dovuti tradurre dalla lingua originale aiutandomi con il dizionario di greco-italiano Lorenzo Rocci, poi abbiamo preferito leggere in italiano la tragedia nella insuperabile traduzione di Manara Valgimigli, il miglior traduttore di sempre del tragico ateniese. 

La tragedia di Sofocle può essere definita una sorta di"giallo" con la differenza che si sa fin dall'inizio come andrà a finire, l'autore e il lettore/spettatore si trovano coinvolti in un gioco di rimandi molto coinvolgente che porterà Edipo a conoscere la sconvolgente verità: la moglie Giocasta è sua madre. 
Si tratta di un delitto terribile quello dell'incesto e sicuramente tra i più ripugnanti. 
Edipo è un personaggio tragico in ogni situazione anche quando vuole conoscere la verità e anche quando è la luce della ragione a condurlo alla conoscenza della verità, ne rimane inesorabilmente accecato. 
La storia in sintesi è tutta qui, ma il contenuto della tragedia è molto complesso e per di più ciascun personaggio contribuisce a creare uno stato di incertezza e di suspence in quanto ognuno di loro conosce solo una parte di verità. Nella tragedia troviamo quindi la contrapposizione tra la luce della verità che rischiara le coscienze e l'oscurità che nasconde i fatti più terribili e che nessuno vorrebbe fare emergere. 

 

 

5539581498_7d4cd7dc83.jpg

Fonte immagine:http://farm6.static.flickr.com/5095/5539581498_7d4cd7dc83.jpg

La foto appartiene album di IES-MGB

 

EDIPO


Edipo è colpevole degli orrendi delitti di cui è accusato? E' difficile rispondere, lui uccide Laio suo padre senza sapere che fosse tale e la stessa cosa dicasi di Giocasta, la sposa senza sapere che in realtà è sua madre. L'inconsapevolezza però non assolve Edipo che fin dall'inizio della sua esistenza è un vero e proprio "maledetto" che nonostante cerchi di trovare una via d'uscita, sprofonda sempre di più nella disperazione a causa di una sorte che le è sempre contro. 
Edipo è un personaggio della fantasia? Sicuramente si, ma la sua storia dolorosa e sinistra è anche quella di chi rema per tutta la vita contro e non riesce a risalire la china. 
L'uomo può davvero sfuggire al suo destino evitando il disastro? Per Edipo non è possibile, ma è il modo in cui Edipo affronta la cattiva sorte, pur essendo un disgraziato riesce a riscattarsi, dà una dignità alla sua vita, cerca di andare incontro al suo destino senza prostrarsi. 

 
INCESTO E PARRICIDIO


I dialoghi tra Edipo, il nunzio e Giocasta sono un capolavoro della drammaturgia di ogni tempo: Edipo quando fa delle domande per conoscere la verità, ha delle intuizioni e la condanna che si autoinfligge alla fine (la cecità e l'esilio) non possono fargli recuperare nessuna verginità ma, paradossalmente è proprio Giocasta che lo vorrebbe proteggere con istinto materno dalla conoscenza dell'ignobile verità, ma sarà la stessa madre e moglie a procurargli l'ultimo dolore quando si impicca. 
Alla fine è inevitabile assolvere Edipo, non ha colpa, quello che ha fatto non era voluto, non c'era intenzionalità, ma se Edipo è innocente ciò non risolve il problema del conflitto. Sarà Sigmund Freud che spiegherà cosa significa il complesso di Edipo e attraverso la chiave di lettura freudiana possiamo comprendere come il livello individuale della rottura con le leggi non scritte, possa essere devastante per un'intera comunità. 
L'incesto e il parricidio rappresentano quindi il punto di non ritorno, il punto di rottura con i valori condivisi e convissuti di una comunità, di qualsiasi comunità, ma nello stesso tempo l'azione di Edipo contiene in sé il rischio che può avere qualsiasi conoscenza che quando viene perseguita con ostinazione può avere degli esiti tragici e devastanti per l'individuo. 

 

Articolo di proprietà dell'autore modificato per questo spazio

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Letteratura latina e greca

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link