Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
16 novembre 2011 3 16 /11 /novembre /2011 12:15

Le mutande ritrovate

Che un libro possa nascere da un paio di mutande può sembrare assurdo e provocatorio ma è proprio così è l'autrice a raccontarlo, quando narra l'irruzione della ex moglie(Claudia) del suo ragazzo di allora che ritrovando le sue (ddell'autrice) mutande, le tagliuzzò con un paio di forbicine da manicure.
Chiamandolo sul cellulare lo invitò a dargli delle spiegazioni dicendogli:

Meglio che te ne torni diritto a casa e mi spieghi di chi è questa porcheria se no ti
sfascio il furgone con un piede di porco e non è tutto lei mi deve una spiegazione
(Pag. 13).

Ritornando verso casa pensò come fosse possibile che i due ex, divorziati ormai da quattro anni, non la facessero finita con quella che definisce testualmente Tragedia greca.

E da questo personalissimo episodio fa tra se e sè una osservazione:

Credevo che col divorzio le persone rinunciassero a tormentare il loro ex partner


Non volendo togliervi il gusto di leggere il libro, mi limiterò a dirvi che quando Karen ritorna a casa con Matthew, trova la casa devastata da Claudia e in più tutti i prodotti del beauty case, gettati nel lavandino, il rossetto spiaccicato, lo stick del deodorante schiacciato dal coperchio.

Infine la minaccia: Tu e quella tr.....a me la pagherete. Renderò la sua vita un
inferno e anche la sua

E poi la spiegazione: Claudia non era riuscita, dopo il divorzio, a rifarsi una vita.
quello che invece si raccomanda a chi si separa (sottlinea la Karbo).


Non sei più sposato?

Da questo episodio in cui è coinvolta personalmente, incomincia una vera e propria ricognizione tra amici, parenti, conoscenti e incomincia il racconto di una serie di storie a volte tragiche, spesso amaramente comiche, storie con piccole e grabdi vendette, ma storie anche di depressione, ma è anche un libro di speranza dove la Karbo osserva:

Si dopo lo choc, il dolore la depressione, la solitudine e il travaglio, per rimettersi
in piedi c'è una luce in fondo al tunnel.

Dopo la storia personale, l'analisi

Oltre a straordinarie capacità di raccontatrice di storie, la Karbo si dimostra eccellente analista quando esamina, con uno stile mai pesante i legami complessi che si formano in una famiglia binucleare e come quando questi legami si spezzano che tipo di problematica si portano dietro.

Proprio per questo motivo il libro chiarisce la Karbo.

Non è un'apologia del divorzio (pag.25)

La legge della termodinamica

Applicando la legge che dice che nulla si crea e nulla si distrugge, la Karbo con disarmante semplicità ma anche con consolante saggezza osserva che un matrimonio finito è un matrimonio finito e queste considerazione la fa dalla prospettiva di chi non si mette sul pupito a far della morale, ma da chi ha vissuto in prima persona questa condizione di nuovo status.

Struttura del libro

Il libro si apre con una serie di ringraziamenti verso tutte quelle persone (persone vere) che le hanno permesso di scrivere il libro e in particolare:

con tutti gli ex e le ex che ho intervistato e che sono sopravissuti alla sofferenza
del divorzio

e specifica anche il proposito per poterci ridere sopra.

*Introduzione. L'episodio delle mutande
1. La cena di Mae West
2. Una storia privata di ex
3. L'"exatite"
4. Sempre e solo rabbia
5. Apprezzando la bellezza dell'eterno triangolo
6. Il linguaggio delle cose
7. L'arte di abusare del telefono
8. Chiamami Medea
9.La iattura delle feste


Nota finale

Un bel libro, il mio giudizio è positivo perchè l'autrice ha affrontato con ironia ma anche con molta serietà quel periodo che definisce di matrivorzio, in cui una persona si trova nel limbo di una situazione che non è definita, in cui tutto diventa ex, ex diventano anche le cose, gli animali, i parenti dell'uno e dell'altro e tutto questo lo fa con eleganza e ironia senza mai tracimare nell'inutile moralismo.

Da leggere senz'altro, da regalare non so dipende a chi lo si regala, non avendolo letto potrebbe anche prendersela a male.

Karen Karbo

Generazione ex. Storie di donne felicemente divorziate

Editore. Feltrinelli

Pagine 204

 

Scritto pubblicato anche altrove


Condividi post

Repost0
Published by Passieno - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link