Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
24 gennaio 2014 5 24 /01 /gennaio /2014 06:54

 

Amicizia e altri racconti. Ediz. integrale

 

 

 

Leggete le opere di Hermann Hesse e scoprirete degli scrigni di rara bellezza, le sue pagine sono penetranti e credo che si possa dire senza cadere nell'iperbole che Hesse oltre a possedere un talento assoluto abbia segnato profondamente la storia della narrativa impegnata del secolo precedente ma anche che con i suoi libri abbia influenzato milioni di lettori; si sa però che gli eufemismi della lingua potrebbero fare sorgere il sospetto che si esageri ma per disinnescare questo sospetto vi suggerisco la lettura di un libro intitolato “Amicizia e altri racconti” , un'opera degli esordi che sa incantare il lettore e che contiene 14 preziosi racconti tutti da gustare!!

 

Leggendo questi racconti non c'è dubbio che ci si immerge in un'altra epoca, ma le situazioni descritte escono fuori dalla temporalità del momento per diventare universali, in un mondo come il nostro è sempre lecito lanciare un allarme generale sulle illusioni che come sirene incantatrici stanno sempre pronte lì a sedurci facendoci perdere il gusto per la normalità della vita. Credo che questo atteggiamento presente in molte delle figure descritte da Hesse si riproduca per un fatto generazionale legato all'età ma il nostro modo di confrontarci con gli altri in fondo non è cambiato dopo oltre un secolo e oggi forse l'unica differenza che segna uno stacco tra quel mondo descritto da Hesse e il nostro sta nel fatto che tanti (forse troppi) sono presi da un egocentrismo che li spinge ad apparire e ad essere protagonisti, ma la seduzione e la circonvenzione determinata dalle false lusinghe è la stessa.

Prendiamo ad esempio la figura di uno degli attori di uno di questi racconti, quel Karl Eugene Eiselein che dimostra di avere difficoltà a raggiungere un proprio equilibrio psichico fagocitando tutto e tutti e in particolare le persone che più avrebbe dovuto amare. Dietro la facciata della normalità si verificano tensioni e drammi inimagginabili e la verità è molto più banale di quanto si potrebbe pensare.

La puntuale descrizione di tipi di donna e di uomo sempre in perenne ed affannosa ricerca di un fine che abbia un senso è un motivo comune a tutti i racconti in cui l'amore  risulta un sentimento potente e fecondo che muove il mondo.

Eppure tutto questo avviene nella ripetizione banalizzante della quotidianità, quella con cui tutti noi dobbiamo fare i conti nella vita terrena; l'apparente banalità è ricca di sorprese come questo bel libro di Herman Hesse da leggere per riflettere sulla nostra pochezza e caducità ma anche sulle aspirazioni che accompagnano quel periodo contrastato che è l'adolescenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link