Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
1 agosto 2013 4 01 /08 /agosto /2013 19:30

È inevitabile quando si legge un romanzo e si vede la sua trasposizione cinematografica fare un paragone, ed è altrettanto inevitabile che le immagini del film si sovrappongano al ricordo delle pagine del libro.
Sovente il libro è superiore per capacità descrittive al film che risente dei tempi di reazione dello spettatore che si trova impossibilitato a cogliere i particolari a meno che non riveda più volte il film: questo motivo è quello che fa sì che il libro è sempre superiore al film.
Ma qui ci troviamo dinanzi alla classica eccezione che conferma la regola: il romanzo di Piero Chiara ha avuto la sua magnifica trasposizione cinematografica nel film che porta il medesimo titolo del romanzo, possiamo quindi dire che il regista Dino Risi non solo è stato all'altezza ma ha fedelmente interpretato il romanzo e chi legge il romanzo dopo aver visto il film, ha esattamente in testa i volti di Ugo Tognazzi e Ornella Muti.
Parliamo del romanzo che rimane, a detta di molti critici della letteratura, uno dei capolavori del Novecento proprio per il fatto che è sui generis nel panorama letterario italiano nel quale a parte Gadda, non possiamo rintracciare molti autori che siano ben riusciti a produrre un romanzo che sia anche pregevole dal punto di vista stilistico e artistico in senso lato.

Eppure sarebbe riduttivo ascrivere l'opera di Chiara al genere giallo perchè se l'intreccio e la trama sembrerebbero quelli classici della giallistica: omicidio, sospettati, movente, prove etc.....in realtà ci troviamo dinanzi a un romanzo di tipo introspettivo dove  la divagazione e la rincorsa dei nessi causali portano ad un bisogno di Piero Chiara di ricostruire per intero la rete dele relazioni al fine di raffigurare un quadro di complicità che non sempre riconducono al colpevole materiale dell'omicidio.
I personaggi centrali del romanzo sono Matilde ( nel film la scelta di fare interpretare il ruolo ad Ornella Muti è stata tra le più riuscite e fortunate), una giovane vedova contrurbante e fascinosa che esercita un'attrattiva continua e ammaliante nei confronti di Orimbelli ( nel film impersonato da un grandissimo Ugo Tognazzi) un avvocato fallito, reduce della guerra d'Africa che vive mantenuto da una moglie ricchissima ma brutta, Cleofe Berlusconi.
Lo scenario di fondo è quello del Lago Maggiore, una villa sul lago, un bellissimo parco e i personaggi che si muovono all'interno di un ambientazione cupa e lenta; Orimbelli sollecitato dalla bellezza di Matilde decide di uccidere la moglie Cleofe Berlusconi, annegandola nel lago.
Tutto sembra procedere secondo il piano ordito dall'Orimbelli fino a quando Marco Maffei, un giovane rientrato in Italia dopo una permanenza in Svizzera, non sospetterà di lui aiutando il fratello della moglie assassinata, Angelo Berlusconi ed ex marito di Matilde, a scoprire la verità.
Una volta scoperto Temistocle Orombelli si vede perso, va nella "stanza del vescovo", così chiamata perchè in quella stanza era avvenuto un altro dramma altrettanto terribile che aveva visto coinvolti gli avi del Berlusconi e decide di impiccarsi alla Condè le cui modalità prendono il nome dal principe Luigi Enrico Giuseppè Condè-Borbone trovato impiccato nella corda appesa all'asticciola di ferro che serviva per chiudere le finestre.
La scena che si presenta è terribile e drammatica, Orombelli esce di scena con un gesto teatrale in continuità con una vita vissuta di ricordi e nostalgie e che potremmo individuare nella descrizione del baule di Orombelli che conteneva tutti i "ricordi di una vita", quel baule era il luogo della memoria, in cui tutto veniva conservato persino i trofei d'amore raccolti durante l'esperienza della guerra d'Africa.

L'intreccio da giallo sembra avere una sua soluzione e sembra che Piero Chiara voglia arrivare "pro lectore" ad una comprensione dello svolgimento degli eventi e ristabilire almeno ordine dal punto di vista intellettuale, ma non è così: scoperto l'assassino, inizia una parte del romanzo che potremmo definire aperta con la giovane Matilde che divenuta erede universale del patrimonio di Angelo Berlusconi, decide di vivere con il giovane Maffei, quella vita che, gli eventi accaduti, sembravano averle negato.
Piero Chiara è riuscito in questo romanzo a presentare l'intero intreccio narrativo eliminando quello che è il limite dei romanzi gialli spesso romanzi investigativi e ripetitivi,  introducendo una commistione di stili che tengono sempre viva l'attenzione del lettore: si passa dal tragico all'ironico, dal commovente al triviale senza mai scadere nel tecnicismo da investigazione poliziesca.
Il finale risulta così aperto, fruibile alla fantasia del lettore che vedendo il film completerà la tentazione semplificatoria che inevitabilmente accompagna la lettura del romanzo.

Un grandissimo romanzo da leggere che sarà completato dalla visione di un film a cui necessariamente abbiamo dovuto fare riferimento.

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link