Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
8 ottobre 2011 6 08 /10 /ottobre /2011 20:17

Frequentando sovente le bancarelle con i libri usati ho acquistato a pochi euro questo libro che è ancora in commercio ed è reperibile ad un basssimo costo anche tramite internet.
Tutti i capitoli sono interessanti ma in particolarequelli che parlano degli "archivi del sapere perduto".
Come si sa gli antichi leggevano poco, ma già nell'antichità avevano prodotto straordinari studi che non erano solo dei saggi di erudizione ma anche studi scientifici di una conoscenza che è andata perduta.
Personalmente credendo nella cultura non solo delle immagini, consiglio un libro che costa poco ma che vale tanto.

 

 

AUTORE: Paolo Cortesi, studioso di filosofia e scienze umane ha pubblicato numerosi saggi sul pensiero ermeneutico con particolare riguardo a quello rinascimentale.
Usa uno stile di scrittura fluido che invoglia il lettore a scorrere le pagine una dopo l'altra.

TITOLO:   Manoscritti segreti. Dai misteri del Mar Morto alle profezie di Nostradamus.

COSTO: Euro 4,90

REPERIBILITA' : In libreria e molto più facilmente su internet

ALTRI LIBRI DELLO STESSO AUTORE:
Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità dell'Emilia Romagna

Misteri e segreti dell'Emilia Romagna

Alla Scoperta del Misterioso tesoro degli Inca

Il libro nero del Medioevo

Storia e segreti dell'alchimia
EDIZIONI: 2003 Newton & Compton Editori


CONTENUTI

L'autore all'inizio del libro si pone una domanda intrigante :" siamo davvero certi di aver ricostruito esatamente l'albero genealogico della conoscenza umana? "
Una domanda retorica a cui cerca di dare una risposta ripercorrendo e avanzando tesi sui misteri più importanti della conoscenza umana..

Analizzando quegli scritti che mettono in crisi certezze storiche ormai radicate come i manoscritti di Qumran o il Papiro di Tulli, l'autore inizia  il suo saggio scrivendo e ragionando su " Gli archivi del sapere perduto" (da p. 15 a p.36).

E' un capitolo fondamentale ( a mio parere) nella costruzione dell'opera perche l'autore scrive e ragiona su diversi eventi storici che hanno sicuramente contribuito a cambiare il destino dell'umanità. aumentando i tempi dell'acquisizione delle conoscenze tecniche, matemiche e in genere scientifiche:

è il caso di Caio Terenzio Varrone (116-27 a.c) , scrittore, scienziato ,grammatico romano che parlava di batteri nelle sue opere, come si sa i batteri furono scoperti solo nel 1683 da Anton van Leeuwenhoek e lo sviluppo delle teorie sulle malattie infettive avvenne con Louis Pasteur e Rober Koch?

Ebbene Caio Terenzio Varrone scrisse un'opera immensa ( ci sono solo rimasti 3 libri) di oltre 620 libri dove parlò di tutto : filosofia, storia, grammatica, giurisprudenza, botanica, agricoltura, geografia etc, la domanda che Cortesi si fa è:

" quale remota cultura conobbe,e come, i batteri migliaia di anni prima della loro scoperta ufficiale?"

Ed ecco una risposta: molte di quelle conoscenze erano custodite nelle immense biblioteche di Menfi, di Alessandria, di Pergamo, di Cesarea,di Costantinopoli, di Cordova.

La distruzione di questi templi della cultura che portò a "vere e proprie stragi di libri, persecuzioni ed eclissi" ha distrutto un patrimonio di conoscenze a cui gli antichi erano arrivati prima di noi e che si scontrava con un limite tecnologico, i libri non potevano essere riprodotti facilmente, potevano essere solo copiati a mano, quindi vi erano delle copie uniche che sono andate perdute per sempre.
Solo con Gutemberg cioè con l'invenzione della stampa l'uomo ha potuto riprodurre i libri in moltissime copie che ne rendevano impossibile la distruzione,

La biblioteca di Alessandria era il centro culturale di tutto il mondo antico quando nel 47 a.C. fu distrutta dall'incendio delle navi di Cesare che si propagò nella biblioteca stessa distruggendo per sempre tutto lo scibile umano custodito: un patrimonio di conoscenze unico costituito da 700,000 volumi. Secondo la tradizione l'incendio durò 10 giorni.

Un altro capitolo di interesse straordinario è quello che parla dei manoscritti di Qumran. Cortesi si chiede "chi ha paura delle antiche pergamene del Mar Morto?", cosa contengono questi manoscritti?".

Il consiglio è leggete il libro, scoprirete delle straordinarie verità che faranno vacillare molte delle certezze che costituiscono il pilastro di molte nostre convinzioni.

 

Opinione da me pubblicata anche altrove  

Condividi post

Repost0
Published by condividendoidee - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link