Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
1 novembre 2012 4 01 /11 /novembre /2012 07:57

article marketing italia

 

 

 

 

 

Quando si inizia a leggere questo libro, si ha l'impressione di trovarsi immersi in una scena di un film: una ragazzina che sta fuggendo verso un indefinito nulla che sembrerebbe una boscaglia, inseguita da alcuni individui armati, la piccola si ferma dinanzi a una rete di recinzione, poi, come per magia spicca il volo. 
Ci troviamo dinanzi a un'opera di fantasia o a un thriller dal punto di vista del genere letterario? Forse ad entrambi i generi. 

James Patterson è stato molto bravo a mischiare entrambi i generi prendendo spunto dalla realtà e nello stesso tempo aggiungendo alcuni elementi che sono entrati nell'immaginario collettivo e che riguardano il tema della manipolazione genetica. 

Da una parte abbiamo  Frannie, una veterinaria e il solito agente della FBI di nome( falso) Kit Harrison, alias Thomas Brennan, e dall'altra tutta una serie di fatti strani come quella della bambina Max che vive in una specie di scuola-clinica che assomiglia molto a un lager e dove si svolgono degli esperimenti di manipolazione genetica ( fatto che nè la veterinaria, nè l'agente FBI sanno). 

Ancora una volta tutta una serie di atti strani rendono misterioso il racconto: Frannie una sera vede una ragazzina che si trova sul ciglio del bosco e rimane sbigottita quando si accorge che ha delle ali, la ragazzina fugge. 

Da quel momento iniziano tutta una serie di fatti inquietanti e misteriosi : numerosi medici perdono la vita, spesso ci si trova davanti ad evidenti omicidi e questa era stata anche la fine del marito di Frannie, medico lui stesso morto ammazzato in circostanze misteriose e senza un apparente motivo. 


Nelle righe precedenti abbiamo detto  che quando si legge il libro sembra di trovarsi all'interno di una scena di un film, infatti per chi ha seguito la serie televisiva X-Files, le analogie sono molte: 
un susseguirsi di fatti strani, episodi inquietanti, inseguimenti, sparizioni e il solito luogo inacessibile che è la vera chiave di mistero che permetterà di svelare ogni cosa. 
Al centro della storia  vi è questa ragazzina che riesce a scappare e che trova rifugio in una casa che si trova nel bosco, poi l'incontro casuale con Frannie ed è da lì che la trama si svolge con una serie di episodi che tengono il lettore attento fino al termine della storia.

Il tema della metamorfosi dovuto alla scienza non è nuovo: è un tema antico che troviamo sin dai tempi del romanzo di Mary Shelley noto a tutti con il titolo di "Frankenstein" ma in un certo qual modo anche nell'altrettanto noto "Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde", ma in entrambi i romanzi ci troviamo dinanzi a racconti scritti in un periodo in cui le manipolazioni genetiche non esistevano e quindi i racconti stessi erano relegati nel puro regno della fantasia, nel caso invece di "Quando soffia il vento", il tema della manipolazione genetica è una realtà di cui spesso sfuggono i reali contorni e che spesso fa immaginare situazioni in cui tutto sembra avvolto da un misterioso complotto i cui responsabili sono i soliti scienziati agli ordini di questa o quella potenza. 

Del resto. chi non ha avanzato l'ipotesi che la diffusione di improvvisi virus pandemici non sia il frutto di qualche manipolazione genetica avvenuta all'interno di un laboratorio presente in chissà quale luogo? 

E' un libro che suggeriamo agli amanti del genere: ha tutti gli ingredienti che tali lettori cercano.

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link