Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
20 gennaio 2013 7 20 /01 /gennaio /2013 04:22

article marketing

 

 

 

176639670_87fca1e856.jpg

Fonte immagine:http://www.flickr.com/photos/96437739@N00/176639670 (album di Carla216)

QUEI GESTI INSIGNIFICANTI CHE RIVELANO DUE OPPOSTE TENDENZE 


Sigmund Freud aveva scritto che la censura si comporta come "un buon doganiere stupido". Cosa voleva dire il medico di Freiberg con questa frase che può essere applicata a tutte le manifestazioni della vita quotidiana?
Freud sostenne e dimostrò che tutte le manifestazioni della vita passano attraverso un controllo e che questa "mediazione" è evidente per quanto l'individuo tenti di celarla. E' impossibile quindi passare attraverso una dogana che sequestri tutto, rimane traccia di ogni cosa.
Ma quali sono questi fatti che noi riteniamo insignificanti? Freud li individua e li esamina in "Psicopatologia della vita quotidiana" un'opera pubblicata nel 1901 nella quale, col puntiglio tipico dell'indagatore, fa un elenco di detti fatti insignificanti:

  •  i gesti quotidiani effettuati senza un'apparente consapevolezza;
  • le dimenticanze temporanee;
  • l'uso di parole apparentemente sbagliate durante la lettura o la scrittura (i lapsus);
  • gli errori effettuati durante la lettura quando, ad esempio, si interpreta una cosa al posto di un'altra;
  • la perdita di oggetti d'uso quotidiano;
  • la dimenticanza di determinati obblighi;
  • l'abuso di parole contraffatte;
  • la momentanea perdita di parole familiari.


Freud nell'esame di questi microfenomeni individuò quindi due tendenze:

  • da una parte la necessità di sentirsi appagati; 
  • dall'altra l'esigenza di controllare le proprie azioni.


L'IMPORTANZA DELL'OPERA 

"Psicopatologia della vita quotidiana" nell'impianto freudiano riveste una particolare importanza in quanto Freud dimostra che l'elemento "patologico", la "malattia della mente" pervade ogni aspetto della vita quotidiana e dimostra come tale elemento sia presente tanto nella persona sana che in quella malata.
Non è possibile quindi fare una cesura netta tra coloro i quali sono affetti da disturbi della vita psichica e coloro che sono apparentemente normali.
Anche coloro che sembrano equilibrati sono affetti da attività patologiche quali comportamenti ossessivi, fobie, dimenticanze ecc.

La differenza che passa tra una persona normale e un malato psichico è per Freud rintracciabile non in quella che lui definisce la "qualità psichica", ma nel maggior attaccamento a determinate "abitudini" che non riesce a mascherare completamente e che sono immediatamente rilevabili da un osservatore esterno.


IL SINTOMO NEVROTICO

Per Freud nel sintomo nevrotico vi sono due opposte tendenze che si manifestano contemporaneamente: il bisogno di soddisfare la proibizione e la proibizione stessa.
Classico esempio è quello dell'anoressia: la persona che ne è affetta rifiuta il cibo perché respinge la necessità di introdurre il cibo stesso attraverso la bocca, ma nello stesso tempo soddisfa questo bisogno con l'interesse ossessivo verso l'alimentazione.
Esiste quindi un nesso tra alterazioni della mente e distrubi organici, non vi è per Freud separazione tra mente e corpo a differenza di quanto sostenevano taluni filosofi che tendevano a contrapporre nettamente i due piani.


OGNI EVENTO E' COLLEGATO AL PRECEDENTE 

Per Freud ogni fatto psichico , grande o piccolo che sia, è sempre collegato ai precedenti, ogni evento della psiche apparentemente inspiegabile, trova invece la sua spiegazione nel resto dei fatti della vita psichica.
Freud nelle sue considerazioni sul comportamento della psiche parlò di: "sovradeterminazione", cos'è la sovradeterminazione? E' l'insieme delle cause che determina un certo comportamento, le manifestazioni pischiche abnormi possono essere quindi determinate da più livelli di cause.

LA SESSUALITA' COME ORIGINE DEL TUTTO 

Per Freud nel bambino è già presente una forma di sessualità ed è proprio la sessualità infantile l'origine di determinati comportamenti; Freud elabora la teoria del "complesso di Edipo" che sta all'origine di ogni esperienza, ed è proprio questo il tema che verrà affrontato in "Tre saggi sulla teoria sessuale", un'opera fondamentale per conoscere la teoria feudiana sui comportamenti infantili prima ignorati.


INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE 

Sono state pubblicate numerose edizione di "Psicopatologia della vita quotidiana", indico quella da me letta e pubblicata nella Collana Universale dall'editore Bollati Boringhieri.
L'opera è stata più volte riproposta a partire dal 1971 anno della sua prima pubblicazione, tra le diverse edizioni presenti in libreria, quella della Boringhieri è sicuramente una delle più aderenti al testo in lingua tedesca. La traduzione è stata curata da C.F. Piazza, M. Ranchetti e E.Sagittario.

La versione pubblicata nel 1971 è oggi pubblicata nella collana "Gli Astri" da Bollati Boringhieri e costa euro 8,55.

Per chi volesse procedere ad un ulteriore approfondimento consiglio, inoltre, la seguente opera:

* V. Cappelletti, Freud, Struttura della metapsicologia, Laterza, Roma-Bari, 1973.


Non è possibile esprimere un giudizio di valore su Freud, sarebbe un comportamento presuntuoso da parte di un lettore "normale", ma sul piano della piacevolezza della lettura è possibile pronunciarsi. Freud non è solo un teorico, parte dai casi concreti e per questo l'opera è consigliata anche a chi ha un approccio "dilettantistico" verso tutto ciò che riguarda la psiche.
Freud riesce a mantenere alta l'attenzione fornendo continui elementi che permettono a ciascuno di noi di comprendere se stessi e gli altri.


Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Filosofia

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link