Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
13 agosto 2014 3 13 /08 /agosto /2014 20:18

Rispondo alle numerose sollecitazioni circa la reperibilità delle opere di Beppe Fenoglio, opere  le cui recensioni sono presenti su questo blog. Non esistendo un'indicazione esaustiva sulle edizioni dei libri scritti da Fenoglio, ritengo opportuno dare alcune indicazioni bibliografiche che ritorneranno molto utili a tutti coloro che vogliono avvicinarsi ai romanzi dell'autore di Alba.
"Romanzi e racconti''  è l'opera omnia che contiene quasi tutti i libri scritti da Beppe Fenoglio, considerando che i singoli volumetti da acquistare sono circa una decina, è preferibile indirizzarsi su questo volume edito da Einaudi Gallimard; si tratta di un volume pubblicato nel 2001 che contiene i seguenti racconti:

 

  •  I ventitrè giorni della città di Alba;
  • La malora;
  • Un giorno di fuoco (racconti del parentado);
  • Primavera di bellezza;
  • Il partigiano Johnny;
  • L'imboscata;
  • Una questione privata;
  •  I penultimi;
  • Gli altri racconti;
  • Appunti partigiani '44-'45.


LA QUESTIONE FILOLOGICA

Nella parte iniziale del libro si trova un capitolo introduttivo intitolato "La lingua del partigiano "Jonnhy"", in cui vengono analizzate le questioni filologiche che nascono dal tipo di linguaggio usato da Fenoglio nella cui opera si trovano numerose frasi in inglese, parole e frasi dialettali, nonché  numerosi "neologismi"; ad esempio Fenoglio usa termini come "inapparire" , "aselettiva" ma anche aggettivi inventati di sana pianta come "tigresco" quando si riferisce all'umore; l'elenco delle "parole nuove" create da Fenoglio è molto lungo, ma è proprio questa la caratteristica dello stile letterario di Fenoglio che non a torto è stato definito una forma di espressionismo inserita entro i canoni del classicismo. Per il lettore dell'opera fenogliana  si tratta quindi di  essere introdotto all'interno della struttura composita del romanzo prima di iniziare una lettura a capofitto in cui si rischia di perdere proprio la ricchezza della varietà delle forme linguistiche utilizzate.

Esempio: "Una battaglia è una cosa terribile. dopo ti fa dire, come a certe puerpere primipare: mai più, no mai più".

ITINERARIO FENOGLIANO

È un altro capitolo interessante per chi si voglia avvicinare all'opera di Fenoglio, una guida ragionata sui luoghi in cui vennero ambientati i romanzi in cui sono presenti delle immagini fisiche dei paesaggi delle Langhe dove si muovono personaggi come Milton, Giorgio, Jonnhy, Ettore, Fulvia, il capitano Zucca, il tenente Biondo ecc ecc.
Fra descrizione e racconto è costante la presenza dei luoghi della memoria in cui Beppe Fenoglio crebbe ( si veda quanto già da me scritto a proposito del racconto "La malora").

CRONOLOGIA

La vicenda della datazione delle opere di Fenoglio ha sollevato non molti problemi, in quanto alcune opere sono state prima pubblicate in una prima versione, poi successivamente hanno subito una revisione; ad esempio "Primavera di bellezza" venne pubblicata per la prima volta da Garzanti nel 1959, ma è presente anche una versione all'interno de "Il partigiano Jonnhy". Secondo alcuni critici infatti esisterebbe una versione de "Il partigiano Jonnhy" scritta nell'immediato dopoguerra, intorno al 1946/47 da cui sarebbe stato estratto poi del materiale utilizzato per la redazione de "La primavera di bellezza".


BIBLIOGRAFIA A CURA DI BARBARA COLLI

L'apparato bibliografico è molto ricco, è sicuramente molto utile per chi ha necessità di fare degli studi approfonditi sull'opera fenogliana; prima di "Romanzi e racconti" facente parte de "La biblioteca della Pleiade" sempre per le edizioni Einaudi è uscito "Opere di Fenoglio" una delle migliori edizioni critiche mai pubblicate prima su Fenoglio  diretta da M.Corti e curata da M.A. Grignani, P.Tomasoni, R.Cuzzoni, C. Sanfilippo.




Per completezza, apparato critico, indicazioni bibliografiche e  numero di racconti contenuti "Romanzi e racconti" edito da Einaudi Gallimard è una delle opere più importanti per conoscere Beppe Fenoglio. Particolarmente consigliata a tutti coloro che amano Fenoglio e a studenti che devono preparare una tesi di laurea sulle sue opere.

Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link