Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
26 settembre 2012 3 26 /09 /settembre /2012 05:58

contatore traffico

 

 

 

IMGP6362-copia-1.JPG

Riproduzione della firma autografa di Lorenzo Rocci (Album di Caiomario)

 

 

IMGP6360-copia-1.JPG

Album di Caiomario

 

 

 

 

 

 

Il vocabolario Greco-Italiano di Lorenzo Rocci è in assoluto il punto di riferimento per tutti coloro che traducono dal greco (antico) all'italiano: studenti del liceo classico e di lettere classiche, studenti di testi sacri, insegnanti, professori e studiosi. Una platea quindi ben più vasta di quanto possa sembrare per lo studio di una lingua che "impropriamente" viene definita "morta". 

Chi ha studiato il greco antico al liceo classico e all'università il vocabolario di Lorenzo Rocci è stato (insieme al vocabolario di latino di Castiglioni e Mariotti) il compagno inseparabile e indispensabile per comprendere una lingua affascinante e dalla quale derivano la maggior parte delle parole che noi utilizziamo ( speso senza saperlo). 
A parte le leggere differenze tra le edizioni che si sono succedute negli anni, ogni vocabolario Rocci,  uscito successivamente alla prima edizione ha mantenuto inalterato l'impianto originario, dimostrazione che l'impostazione voluta dal professor Rocci è ancora oggi insuperabile nonostante altri  autori si siano cimentati nel compilare vocabolari di greco antico ad uso scolastico che, tuttavia mancano, di quella completezza che contraddistingue lo stesso Rocci. 

L'UNICO VOCABOLARIO CHE ABBRACCIA TUTTA LA GRECITA' 

Nelle righe iniziali abbiamo parlato di un vocabolario che in assoluto è il punto di riferimento, perché è l'unico vocabolario che -come ebbe modo di sottolineare il prof Rocci in una famosa prefazione del 21 aprile 1943- "abbraccia tutta la grecità"; cosa significa questo? Significa che è l'unico dizionario che contiene riferimenti puntuali e scientifici  per quanto riguarda i documenti che abbracciano un periodo lunghissimo che va dalle origini fino all'epoca ellenistica e romana. 
Quando si parla quindi di greco antico bisogna fare riferimento ad una lingua che già presentava delle forti differenze tra un periodo ed un altro e il merito di Lorenzo Rocci è  quellodi avere registrato tutti i vocaboli che sono stati usati in un periodo che abbraccia un arco temporale di oltre 2000 anni. 
Lorenzo Rocci era un grecista che per arrivare a completare l'immane opera consultò i più grandi studiosi di greco antico italiani quali, ad esempio: Acri, Ammendola, Balsamo, Bassi, Taccone, Terzoghi, Ubaldi, Zambaldi, Zuretti;  Rocci  poi consultò le opere degli studiosi e dei professori di greco più importanti a livello mondiale, non mancò, inoltre, di visionare  delle opere fondamentali  per lo studio del greco antico come i Papiri di Ossimoro e i Papiri fiorentini

L'impostazione seguita da Lorenzo Rocci segue quella di un altro celebre dizionario in uso presso gli studenti di greco antico  (ma con una diffusione minore): il Liddell-Scott, tuttavia Rocci volle dare un'articolazione personalissima al suo vocabolario e come da lui stesso spiegato nella prefazione alla prima edizione facendo "ricorso alle edizioni criticamente più sicure".
Nel vocabolario sono registrate tutte le voci dialettali e il significato di ogni singola voce per autore: ad esempio la parola aqeos (ateo) (riportiamo la traslitterazione delle lettere alfa +teta+epsilon+omicron+ sigma) significa: senza Dio; empio, ateo; dimentico di Dio; scellerato ed era in uso presso la variante attica, ma lo stesso termine lo usava anche Plutarco e lo storico Filone l'ebreo; aqeos però può significare anche abbandonato dagli dei quando veniva utilizzato dal  tragico Sofocle.

E' quindi evidente che nell'affrontare la comprensione di un testo, il traduttore avrà un ventaglio di possibilità per utilizzare la traduzione più adatta al senso originario considerando che molti vocaboli sono dei neologismi creati da questo o quell'autore. 

Nel Rocci chiara e didascalica è poi la citazione di tutte le forme regolari ed irregolari dei verbi, nel caso in cui la parola si riferisca, ad esempio, ad un frammento viene indicato in modo tale che non si ingenerino degli  errori durante la consultazione,  le opere complete vengono invece citate con la parola propria. 

 

IMGP6356.JPG
Si noti come nel Rocci il vocabolo riporta, laddove è possibile. l'etimo e i vari significati autore per autore (Album di Caiomario)

Per curiosità riportiamo alcune delle figure citate nel dizionario, molte di queste "professioni" non esistono più, per altre invece si tratta di "generi" oggi non più seguiti da nessun autore, per esempio l'epico era quell'autore che scriveva poemi epici come, ad esempio, Omero, mentre Samo era un epigrammatico. 

* astronomo; 
* botanico; 
* bucolico; 
* comico; 
* elegiaco; 
* epico; 
* epigrammatico; 
* epistolografo; 
* filosofo; 
* geometra; 
* geografo; 
* giambografo; 
* gnomologo; 
* lessicografo; 
* lirico; 
* oratore; 
* retore; 
* storico. 

 

 

 

IMGP6354.JPG

La differenza tra l'edizione 2011 e quelle precedenti consiste intanto di una profonda rivisitazione della già ampia struttura lessicale e un adattamento dell'impianto originario voluto da Lorenzo Rocci; la grafica poi è meno stancante risultando più agevole la consultazione e la leggibilità delle traduzioni che sono state evidenziate in grassetto. Sono stati poi introdotti degli esempi attuali eliminando quelli datati seguendo l'intento didattico pensato originariamente dallo stesso Rocci. 
Alla fine del vocabolario si trova un'etichetta con un codice personalizzato che permette al possessore del dizionario di collegarsi via internet con la casa editrice per ricevere eventuali aggiornamenti. 
E' in corso d'opera anche un'edizione su supporto CD. 

Il prezzo di copertina del dizionario è euro 98,00. 

 



  • Cronometro= dal greco Chronos (tempo) metros (misura); 
  • Cosmopolita= dal greco Kosomopolites, Kosmos e polites (cittadino del mondo)

 

 

 IMGP6365.JPG

 

 

IMGP6358.JPG

 

 

 

IMGP6364.JPG



 

 

 


Condividi post

Repost0
Published by Caiomario - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link