Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
20 novembre 2011 7 20 /11 /novembre /2011 10:11
IL MONDO DEL POMODORO

Lo trattiamo tutti i giorni fresco, passato, pelato, secco, sott'olio, a pezzetti, sotto aceto e l'elenco potrebbe continuare perchè la versatilità di questo frutto ortivo ha favorito lo sviluppo di una molteplicità di modalità di conservazione e trasformazione che va da  quella più nota dei sistemi tradizionali dell'esperienza familiare e contadina  sino  alle tecniche più moderne impiegate dalla industria conserviera  e di trasformazione industriale.
Nel  libro, oltre ad un ampio ricettario, troviamo delle pagine dedicate alla coltivazione del pomodoro,  come ad esempio,  consigli  ed istruzioni sulle pratiche di coltivazione ortiva, essendo  la pianta del pomodoro una  pianta che  ramifica abbondantemente  e che ha bisogno di sostegni (canne, paletti di raffia per legarla) per crescere in altezza soprattutto per quelle varietà che si sviluppano in maniera indeterminata e che hanno un'ampia produzione fruttifera  a partire dal  mese di agosto.
Alcuni consigli da contadino, li ritengo molto utili perchè la pratica ortiva non è semplice: quando irrigare, come irrigare, come esporre le piante fa parte della vita quotidiana di chi è uso a questa pratica, problemi che non sussistono per 
la coltivazione industriale che utilizza varietà di  piante che  non hanno bisogno di sostegni.
Diversa è invece la pratica di '''coltivare pomodori in vaso''' soprattutto se vogliamo fare un orto sul balcone o su un terrazzo dove dovremmo attenerci ad alcune indicazioni molto importanti per la semina in vaso ( quando farla e come farla e come curare le piante durante lo sviluppo) e soprattutto che tipo di vaso scegliere e che tipo di terra utilizzare, ultimo ma non meno importante la varietà del pomodoro da mettere in vaso.
La parte più interessante del libro è quella in cui sono presenti le ricette con i pomodori  che, come ho detto nelle  righe precedenti, possono essere cucinati e preparati nella maniera più diversa: da quella più naturale ed insalatara in cui si utilizza il classico pomodorino di collina  o quello della varietà occhio di bue. Non mancano poi le ricette su come preparare i pomodori gratinati, fritti o al forno.
Un insieme di ricette semplici e veloci di facile preparazione e di ricette decisamente  più impegnative e più sfiziose ma che hanno come unico e solo  protagonista il pomodoro.

Nel libro oltre a centinaia di ricette  troviamo spiegate  le modalità di impiego delle varie qualità di pomodoro e numerosi suggerimenti che riguardano le semplici tecniche di conservazione da osservare in ambito domestico come quella suggerita per ottenere dei perfetti pomodori secchi che andrebbero sempre essiccati in pieno sole, in un luogo ventilato e protetti da una rete a maglie molto fini per  impedire alle mosche di posarsi. 

Il  libro fa parte della collana Compatti cucina  che comprende 27 libri monotematici in cui sono presenti  tante ricette sfiziose che vanno dalla preparazione dei primi piatti fino alle marmellate e i dolci di  cioccolato.



Titolo Voglia di cucinare pomodoro. Tutte le ricette
Prezzo € 7,90 
Anno di pubblicazione 2007
Pagine 448
Editore: Giunti Demetra (collana Compatti cucina)

 
 

Condividi post

Repost0
Published by Passieno - in Libri

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link