Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 18:18

Aforismi sui politici

 

 

 

 

 

 

Sono ben pochi i politici famosi che scelgono

volontariamente di rientrare nell'anonimato.

Abituati ad essere accolti dovunque da schiere

di fotografi, teleoperatori, da giornalisti che

bevono le loro dichiarazioni, non possono

più farne a meno. Hanno bisogno di sentirsi

al di sopra della gente comune.

(Francesco Alberoni)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 18:14

contatore gratuito

 

  Aforismi e riflessioni sulla vecchiaia

 

 

 

 

 

4082727545_2398cdf478.jpg

Fonte immagine:https://www.flickr.com/photos/30208099@N00/4082727545

 

Il rispetto per la vecchiaia è fondato, a quanto pare, sul fatto che nei giovani il possesso dell'onore è sì supposto, ma non ancora dimostrato, e viene loro attribuito a titolo di credito. Le persone anziane, invece, hanno necessariamente mostrato, nel corso degli anni, se abbiano saputo, con la loro condotta, conservare, il proprio onore; perché né gli anni in sé (ci sono degli animali che vivono molto più a lungo), né, in sé (ci sono degli animali che vivono molto più a lungo), né, in sé, l'esperienza -cioé soltanto una migliore conoscenza delle cose del mondo- sono motivi sufficienti a giustificare quel rispetto per gli anziani che pure viene imposto dappertutto; più che al rispetto, la debolezza della tarda età darebbe diritto al riguardo.

 ( Arthur Schopenhauer)

 

 

La vecchiaia ci segna più rughe nello spirito che sulla faccia.

(Michel de Montagne)

 

Alle grandi imprese non sono qualità necessarie il vigore, la

flessibilità delle membra; ma bensì il senno, la dottina e

l'autorità del comando, doti che la vecchiezza, non

che scemare rende complete.

(Marco Tullio Cicerone)

 

La gioventù pecca per eccessiva temerità; la

prudenza appartiene ai vecchi.

(Marco Tullio Cicerone)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 18:10

contatore gratuito

Non amiamo la stima per la stima in sé,

 ma unicamente per i vantaggi che procura.

(Helvétius)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 18:05

contatore gratuito

 

 

È così futile, così piccola cosa ciò che abbatte o risolleva un animo avido di lodi.
 (Orazio)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 18:00

Aforismi sulla presunzione

 

 

 

 

 

 

 

Il presuntuoso sopravvaluta le proprie capacità. Si propone per

compiti importanti che diano notorietà, denaro e prestigio e disdegna

le mansioni più umili. Poichè pensa di meritare dei riconoscimenti,

quando ritiene che gli altri non lo apprezzino in modo adeguato, parla

bene, si autoelogia.

(Francesco Alberoni)

 

Presuntuoso vuo dire sbruffone. Lo sbruffone è un

presuntuoso che esagera, ma su cose di scarsa importanza.

Quindi sciocchino, vanesio.

(Francesco Alberoni)

 

Tanto la presunzione quanto l'arroganza

sono difetti poco gravi quando il soggetto

non occupa una posizione di potere.

(Francesco Alberoni)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 17:54

L'unico pregio del matrimonio è di rendere assolutamente necessaria

per tutti e due una vita di inganno reciproco

(Oscar Wilde da "Il ritratto di Dorian Gray").

 

Non potendo anatemizzare la sessualità, il cattolicesimo negli stessi

riguardi del matrimonio ha cercato di ridurla al fatto banale biologico,

ammettendone l'uso fra i coniugi esclusivamente ai fini della procreazione.

(Julius Evola)

 

Le unioni indissolubili nominalmente, di fatto sono profondamente tarate e labili,

e in quell'area la piccola morale non si preoccupa menomamente che il

matrimonio sia effettivamente indissolubile; ad esso importa solo fare come

se fosse tale.

(Julius Evola)

 

Insieme all'assurdo proprio al democraticizzare, all'imporre a tutti il

matrimonio-rito, vi è da constatare, nella dottrina cattolica, una incongruenza

quando essa pretende che il rito, oltreché indissolubili, rende
«sacre » le unioni naturali: l'una incongruenza, del resto, collegandosi con l'altra.

(Julius Evola)

 

Si sa che la concezione cristiana e cattolica è stata caratterizzata dall'antitesi fra

« carne» e spirito, da una specie di odio teologico pel sesso, dovuto ad una

illegittima estensione alla vita ordinaria di un principio valido, al massimo,

solo per un certo genere di vita ascetica.

(Julius Evola)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 17:51

Aforismi sull'umiltà

 

 

 

 

 

Il mondo moderno è indulgente con la presunzione e non apprezza

l'umiltà. Umile non è il timido, l'incerto, il depresso. Umile è chi sa

che non possiamo realizzare nulla da soli, ma soltanto grazie

all'apporto degli altri. Umile è chi sa che il successo dipende dalle

circostanze e dalla fortuna. Umile è, infine, chi non dà importanza

ai riconoscimenti, ma solo a ciò che di bello e di buono riesce a creare.

(Francesco Alberoni)

 

 

 

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 17:29

Aforismi sul dovere

 

 

 

 

 

La massima dell'amor di sé (prudenza) si limita a

consigliare, la legge della moralità comanda.

Ma c'è una gran differenza tra ciò che ci è consigliato

e ciò a cui siamo obblgati:

(Immanuel Kant)

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 16:50

"Dal punto di vista "sacro" considero l'uomo artista un savio e l'uomo pratico uno stolto.

Dal punto di vista "profano", viceversa."

 

SIBILLA ALERAMO

 

 

"L'uomo artista è il dono dell'Universo alla fatica dei giorni, perché colori il grigio quotidiano, perché ispiri esalti sorregga lo spirito nelle offerte più assolute., perché l'effimero imperfetto sia vinto nel nome di una forza immortale: l'arte.

L'uomo pratico è la chiave delle porte difficili che troppo spesso e troppo spesse opprimono le vie della vita È un'architettura che ha fondamenta solide e pareti protettive contro ogni bufera materiale, ma in cui sovente non vi sono finestre aperte sul cielo profondo"

 

BENEDETTA

Condividi post
Repost0
1 marzo 2014 6 01 /03 /marzo /2014 16:39

Aforismi su Dio

 

 

 

 

 

 

Colui che può negar Dio davanti a una

notte stellata, davanti alla sepoltura de'

suoi più cari, davanti al martirio, è

grandemente infelice o colpevole.

(Giuseppe Mazzini)

 

DIO esiste. Noi non dobbiamo né vogliamo

provarvelo: tentarlo ci sembrerebbe una

bestemmia come negarlo, follia.

(Giuseppe Mazzini)

 

Dio esiste perché noi esistiamo. Dio

viv nella nostra coscienza, nella coscienza

dell'Umanità, nell'Universo che ci circonda.

(Giuseppe Mazzzini)

 

Dio ci creava non per la contemplazione, ma

per l'azione: ci creava a immagine sua, ed

egli è Pensiero e Azione, anzi non v'è

in lui pensiero che si traduca in azione.

(Giuseppe Mazzini)

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Condividendoidee (Filosofia e Società)
  • : Storia della filosofia, letteratura e recensioni librarie
  • Contatti

Cerca

Archivi

Articoli Recenti

  • Malombra - Antonio Fogazzaro
    FOGAZZARO TRA SCAPIGLIATURA E NARRATIVA DECADENTE Per chi ama la letteratura decadente "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio rappresenta l'inizio non solo di un genere, ma anche il metro di misura di un modus vivendi che nel tardo Ottocento era molto diffuso...
  • Epistula secunda ad Lucilium - Seneca
    SENECA LUCILIO SUO SALUTEM 1. Ex iis quae mihi scribis et ex iis quae audio, bonam spem de te concipio: non discurris nec locorum mutationibus inquietaris. Aegri animi ista iactatio: est primum argumentum compositae mentis existimo posse consistere et...
  • Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico - Tinto Brass
    46 PAGINE DI APPASSIONATO TRIBUTO AD UNA DONNA EROTICA: NINFA Non vi è traccia nella letteratura di opere esplicative in cui un regista spiega le sue scelte filmiche, per questo motivo "Elogio Della Donna Erotica. Racconto Pornografico" scritto da Tinto...
  • Favole - Jean de La Fontaine
    Come leggere le favole di La Fontaine Tra le note presenti in molte edizioni de "Le Favole" di La Fontaine, troviamo due raccomandazioni che dovrebbero indicare la tipologia di lettori: la prima consiglia la narrazione del libro ai bambini di quattro...
  • La scoperta dell'alfabeto - Luigi Malerba
    TRA LIEVE IRONIA E IMPEGNO MORALE Luigi Malerba nato a Berceto ( Parma ) nel 1927 , sceneggiatore, giornalista ha partecipato al Gruppo 63 e fa parte di quel movimento intellettuale che è stato definito della Neoavanguardia, partito da posizioni sperimentaliste...
  • La Certosa di Parma - Stendhal
    Ambientato in un Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo ... ECCO L'ITALIA CHE TROVÒ MARIE-HENRY STENDHAL QUANDO...
  • Il nuovo etnocentrismo in nome della lotta al razzismo
    Sino al 1492 esistevano in America delle genti chiamate genericamente Amerindie (aztechi, maya, toltechi etc.) che costituivano il patrimonio umano e culturale di quelle terre. Sappiamo come le cose sono andate dopo quella data, da quel momento è iniziato...
  • Il ritratto di Dorian Gray - Oscar Wilde
    Letteratura, cinema e teatro, un ritratto che non invecchia. Il ritratto di Dorian Gray è un classico della letteratura, almeno così viene definito e ogni volta che si deve usare questa espressione bisognerebbe farlo con una certa riluttanza perché c'è...
  • Filosofi: Bruno Giordano
    VITA, OPERE Giordano Bruno (Nola, 1548-1600), entrò a diciotto anni a far parte dell'Ordine dei Domenicani nei confronti del quale mostrò insofferenza per la disciplina e per l'indirizzo culturale. Nel 1576 abbandonò l'Ordine perché sospettato di posizioni...
  • Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri - Giampaolo Pansa
    Pansa ha la capacità di saper leggere la realtà e non semplicemente di interpretarla, la sua "narrazione" suscita stupore ed è sempre spiazzante e al di là del fatto che i suoi libri riescano a raggiungere i primi posti delle classifiche dei libri più...

Link